Ferrata di Limone valle Vermenagna

Featured

Interessante novità del 2016, questa ferrata propone una nuova concezione di ituinerario tra l’arrampicata e la ferrata classica, due belle tirolesi inoltre arricchiscono questa salita, per una ripetizione completa calcolare 4/5 ore.

ferrata di Camoglieres 31 luglio 2017

Featured

When your happiness is above all mine……

Orpierre

Featured

Il sito di Orpierre è un fantastico luogo dove divertirsi scalando a qualsiasi livello dalle famiglie alle vie lunghe ai moniotiri difficili.

Su calcare stratificato a faglie orizzontali o a pieghe sinclinali o anticlinali…..o ……a buchi, dove non è raro trovare dei fossili.

Si trova vicino a Gap, un ottimo campeggio  permette di soggiornare in tutta tranquillità.

               

Giro del Baou de St Jeannet

Featured

Il Baou di St Jeannet è la bellissima montagna alle spalle di Nizza e colpisce per la sua maestosità ed è giustamente famoso tra gli arrampicatori per la qualità della sua roccia e la lunghezza delle sue vie.

Il pittoresco villaggio di St Jeannet completa questo quadretto dal sapore tipicamente provenzale.

L’anello del Baou permette di scoprire lentamente tutti i suoi angoli e più suggestivi e di mettere le mani sul suo bellissimo calcare con una facile e divertente scalata dalla cima della montagna, noto per essere un eccezionale belvedere.

Durata: 3 ore

Difficoltà: PD (passi di II+)

           

Falesia di Chateauvert – Correns – Provenza Verde – Francia

Featured

Fantastica falesia situata nella Provenza Verde (uscita autostrada a Brignoles), vicino a Correns, nel vallon Sourn, rochers Bagaredes.

La roccia calcarea ricca di carbonato di magnesio conferisce una particolare ruvidità a tatto e rende spettacolare la scalata.

Continue reading

Loubiere secteur La Dalle a l’Oiseau

Featured

Bel settore di questo del sito di Cap d’Ail La Tourbie con vie non troppo difficile adatto ad apprendere i primi rudimenti dell’arrampicata in falesia.

Un grande grazie a Maria Clara per le belle foto!!

Valle Stura Antecima del Lausfer vie “I DOLORI DEL GIOVANE MEKKY” e “l’ULTIMA TROVATA”

Featured

Due simpatiche brevi vie di 3 tiri ciascuna non troppo difficili ma comunque esigenti un po’ di esperienza, ottime come abbinamento allo sperone di Rena Grossa posta appena sopra.

In entrambe le vie ci sono in posto i principali punti di protezione tramite fix da 10 con placchette inox, ciò non esclude il fatto che avere qualche Camalot e/o qualche nuts può essere ben utile.

La discesa è molto facile ed evidente a piedi a sinistra, portatevi le scarpe!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’ULTIMA TROVATA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I DOLORI DEL GIOVANE MEKKY

 

Rocca la Meja 2831 m cresta sud est

Featured

Rocca la Meja (2831 m) è una bellissima cima rocciosa che sorge sullo spartiacque Stura – Màira, dominando i vastissimi pascoli della Bandìa e della Margherìna. Nel settore è la cima più elevata, oltre che più rappresentativa, e questo, unito alla relativa facilità e comodità di accesso, fa si che sia molto frequentata. Tradizionalmente la roccia della Meja è sempre stata considerata mediocre, fatto questo facilmente riscontrabile nelle immense colate di sfasciumi che la fasciano alla base: questo ha fatto si che l’alpinismo classico ha sempre evitato le repulsive e verticali pareti calcaree, preferendo pochi itinerari lungo creste, cenge e canali evidenti. Negli ultimi anni, però, è in atto una massiccia “riscoperta” di questo settore roccioso, specie delle vaste placconate meridionali, quelle che sorreggono la cengia della via normale: su questa lavagna rocciosa sono nate numerose vie sportive attrezzate a spit, di difficoltà non certo banali (poco o niente sotto il 6a) ma che, a detta degli ormai numerosi ripetitori, si svolgono su bellissima roccia lavorata e piuttosto solida. Sfatata quindi l’aura di diffusa friabilità di cui era ammantata la rocca, la salita per la via normale resta un itinerario breve e tutto sommato poco impegnativo, ma di soddisfazione per l’ambiente severo ma al contempo aperto e solare. La prima ascensione della rocca, per la più impegnativa cresta sud-est, risale al 17/09/1895 ad opera di Giovanni Bobba con due ufficiali degli Alpini. La stessa cordata, in discesa, scoprì la cengia obliqua dell’attuale via normale.

La cresta sud est è un percorso vario che si può interpretare in vari modi con la possibilità di personalizzare a piacere la salita, la roccia richiede attenzione ma a tratti è piuttosto bella. Una classica da non mancare veramente dovertente e didattica e mai troppo banale!

ESTEREL: UN ELDORADO!

Featured

Magnifico e selvaggio angolo della costa Azzurra in grado di regalare delle magiche scalate sulla rossa rioliote della corniche d’or a 50 minuti da Menton.

Il Rocher St Barthelemy col suo classico spigolo ESE se concatenato a Pilier du Feu Sacrè diventa una salita di stile alpinistico da una dozzina di tiri su una roccia fantastica ed un panorama grandioso, non indugiate, autunno inverno e primavera sono le stagioni più adatte!! Contattatemi al n° telefonico 3485525514.