Vivi un’esperienza con la Guida Alpina

In primo piano

LA VERTIGINE NON E’ PAURA DI CADERE MA VOGLIA DI VOLARE”

  • lunedì 16 maggio corso di alpinismo base 1° lezione in falesia dalle ore 17:30
  • mercoledì 18 maggio arrampicata in falesia dalle 17:30
  • sabato 21 maggio introduzione arrampicata trad – palestra di Miroglio
  • domenica 22 maggio canale dei Genovesi al Marguareis
  • sabato 28 e domenica 29 maggio Monte Bianco con gli sci! (completo, su richiesta per altre date)
  • sabato 11 e domenica 12 giugno la traversata della serra di Pagarì dal colle del Ciriegia pernottamento in tenda
  • sabato 9 luglio traversata rifugio Soria-Ellena – passo dei Ghiacciai – Pagarì 
  • domenica 10 luglio traversata rifugio Pagarì – passo dei Ghiacciai – rifugio Soria
  • sabato 16 luglio e domenica 17 luglio il Castore 4225 o Capanna Margherita alla punta Gnifetti, pernottamento al  rifugio Sella o Città di Mantova
  • sabato 23 luglio e domenica 24 luglio traversata della Maledia dal colle di Pagarì, pernottamento al rifugio Pagarì.
  • sabato 6  e domenica 7 agosto cresta Skywalker dalle Traversette alla punta Venezia con bivacco in quota oppure salita al Gelas dal colle delle Finestre con bivacco in tenda.
  • sabato 13  e domenica 14 agosto e 15 agosto corso di alpinismo avanzato  con base in un rifugio delle alpi Marittime, in particolare con approfondimento dell’uso dei materiali “trad” quali nuts, friends, chiodi.
  • Sempre programmabili su richiesta le salite dell’Argentera e del Monviso con i loro satelliti oltre che vie di arrampicata sul Corno Stella e le altre belle pareti delle Marittime e Cozie.

 

Continua a leggere

Ferrata del Bec Valletta a Limone Piemonte

La ferrata del Bec Valletta, nel vallone di S. Giovanni è di media difficoltà su di un dislivello di 380 m.


Il materiale necessario è il kit completo da ferrata (casco, imbraco, longe con dissipatore, carrucola per le tirolienne facoltativa, guantino tecnico o da lavoro, eventualmente corda dinamica di lunghezza min 10m., abbigliamento e calzature adeguate e liquidi per idratazione).

La Via Ferrata è facilmente raggiungibile. In auto si arriva fino alle Maire Rocca Rossa, da cui si procede a piedi per il sentiero che risalendo il Vallone di
San Giovanni conduce in pochi minuti alle Maire Valletta, da dove parte
l’itinerario attrezzato via Ferrata. In alternativa, si può partire a piedi dal
centro di Limone e in un’ora di cammino raggiungere l’attacco della Ferrata.
Tempo occorrente 3-5 h in totale

A inizio giugno è facile osservare una moltitudine di fiori caratteristici della flora delle alpi Marittime e Liguri:

la Clematis alpina

il Trollius europaeus (botton d’oro)

la Primula marginata (tipica per la capacità di espellere il calcare in eccesso a mezzo della guttazione)

la Viola calcarata (bianca e colorata)

la Gentiana verna

 

Ferrata di Camoglieres – valle Maira 02 giugno 2019

BRAVISSIME BIANCAMARIA E LAURA!

FERRATA DI CAMOGLIERES

difficoltà: D
esposizione: Sud
quota base ferrata (m): 1000
sviluppo ferrata (m): 600
dislivello avvicinamento (m): 80

località partenza: Camoglieres (Macra , CN )

n° pp max 4 pp/guida alpina

Costo: 160 €/guida da suddividere tra i partecipanti

note tecniche:
Ferrata per esperti, il tempo di percorrenza è intorno alle 3 ore se si raggiunge la cima della Crocetta Soprana. La via ferrata introduce in un ambiente naturale,selvaggio ed incontaminato.

Decisamente consigliato il rinvio corto per i cambi in strapiombo (tenersi solo co le braccia al momento del cambio in strapiombo è troppo rischioso, specie se si è un po stanchi). Consiglio valido anche per gli “esperti”.

descrizione itinerario:
Imboccata la Valle Maira si attraversa Dronero, San Damiano Macra, Lottulo e poco dopo si prende sulla destra una stretta stradina che porta a Camoglieres.

Lasciare l’auto nel parcheggio e raggiungere a piedi, al fondo del paese, il sentiero che porta all’ attacco della ferrata (seguire i bolli gialli).
Si attacca il primo settore al cui temine c’è la prima via di fuga, seguono il secondo e terzo settore al cui termine c’è una via di fuga.

Seguendo i cartelli, sempre molto precisi, si giunge al quarto settore che è il più facile perchè è l’unico che non presenta tratti strapiombanti.
Al termine del quarto settore ennesima via di fuga e sentiero attrezzato che ci porta nei pressi del bellissimo ponte “tibetano” molto “dondolante” e “adrenalinico”.
Dopo il ponte altra via di fuga. Ci si porta all’ultimo settore, poco invitante perchè si nota subito un bello strapiombo, che però non è peggiore di tutti gli altri che abbiamo precedentemente superato. Al termine si può proseguire fino in punta o prendere subito il sentiero di discesa a tratti aereo ma nei punti più delicati attrezzato con funi metalliche.

Equipaggiamento: casco, imbragatura, kit da ferrata.

Ferrata di Camoglieres con Gianluca 02 settembre 2018

La ferrata di Camoglieres, come le altre sulle nostre montagne, è sempre un viaggio……..

da cui si ritorna con qualcosa in più!!

 

 

http://www.montagnadiidee.it/2017/07/ferrata-di-camoglieres-31-luglio-2017/